L’incontro

Il libro che conserva intatto il ricordo di un amore perduto e forse ritrovato:

“Si avviò verso il rifugio, che era costruito più in alto rispetto alla pista, faticosamente arrancò per la pendice nevosa aiutandosi con le racchette, giunta sulla sommità lasciò gli sci e le racchette in una rastrelliera gremita ed entrò nel locale: un classico rifugio di montagna rimasto inalterato dagli anni cinquanta, tutto legno, animali impagliati e tovaglie decorate con disegni tirolesi.

Giulia scorse alcuni sciatori alzarsi da un tavolo, vi si diresse decisa, si sedette e si sentì al sicuro in mezzo a tutte quelle persone vocianti e alle cameriere indaffarate, contenta che nessuno si curasse di lei, così poteva fermarsi un attimo, al caldo, a riflettere. Si sedette vicino alla finestra sbirciando all’esterno e sperò che lui apparisse”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...