1973: il punto di vista di Camal

Un breve testo tratto dal libro della serie “L’amore in giallo”

““Perché fermarmi ad approcci che ben presto mi annoiano?”

Questo era un pensiero ricorrente di Camal, che non aspirava a una relazione semplice, tranquilla, banale, ma il suo desiderio era mantenere alta la tensione e con lei maggior trasporto. La montagna, quell’anno, aveva portato nuove amicizie; le bolognesi erano l’attrazione del momento ed essendo di bell’aspetto erano riuscite ad attrarre più di un ragazzo. L’ambito Manfredi aveva mostrato un certo, se pur discreto, interesse per Giulia e Camal aveva supposto che tra i due sarebbe nato qualche cosa di forte anche se di passeggero. Era giunto capodanno e come sempre li attendeva una piccola sala da ballo proprio nel centro del paese e Camal si aspettava la solita serata di routine: nuovi amori della durata della vacanza e qualche bicchiere di troppo, tutto qui e null’altro”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...