31 dicembre 1972

La vacanza rende tutti molto disponibili a mettersi in gioco, per cercare nuove amicizie e per aprirsi agli altri. Camal, in quei pochi giorni a Selva di Val Gardena, aveva usato ogni risorsa a sua disposizione per entrare nelle grazie dell’erede; si era creata tra loro una certa sintonia e confidenza, anche il suo amante aveva cercato di fargli da spalla per carpire le informazioni utili al suo obiettivo: capire se l’erede era a conoscenza della propria storia. Tra una frase e l’altra, una risata e l’altra, Camal, il camaleonte, era riuscito ad insinuarsi nell’universo privato dell’erede ricavando un avamposto dal quale scrutare la sua sfera privata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...