Dal libro: La sfida

“Ah, allora mi vuoi sfidare!” disse lui ridendo e, imprimendo una forte spinta agli sci, partì velocemente. Iniziò la gara: schivarono cunette pericolose ed evitarono gli sciatori che apparivano improvvisamente davanti a loro. Erano insieme e quasi tutto procedeva a meraviglia. Manfredi aveva condotto la discesa, poi aveva rallentato, si era fatto superare, e in quel momento lei si era girata sorridendo: aveva vinto la sfida. Quando voli con il cuore e con la mente non puoi pensare che improvvisamente un ostacolo ti sbarri la strada, anche perché un attimo prima non c’era; non puoi credere di volare in aria, e in quei momenti ti chiedi perché i tuoi sci volteggino liberi insieme a te. Poi tutto si ferma e un buio mortale ti spegne le sensazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...