Dal libro: Il primo amore non si scorda mai

“Giulia” mormorò.

Lei non lo udì e continuò a conversare.

“Giulia!” chiamò alzando il tono della voce.

Nel rifugio era bastato l’attimo fugace in cui l’aveva individuata, anche se ancora incerto sulla sua identità, per decidere di farsi riconoscere, lei però velocemente era uscita e lui, seguendo l’impulso del momento, l’aveva seguita.

La vide bloccarsi, alzare lo sguardo e guardarlo stupita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...