Una passeggiata vicino al maniero

Care amiche e cari amici ancora un breve testo dal libro d’amore “in giallo” che sto scrivendo.

Giulia e Manfredi giungono al castello della zia Margherita, e in quel luogo, tra suggestioni e reali fatti, si dipana una buona parte del giallo.

” … Non feci cenno a Manfredi di quanto era appena successo e gli proposi di uscire dal castello e di dirigerci verso il lago. Lo presi a braccetto, in breve fummo raggiunti anche da Ginevra che ci fece da guida. Il sole non era più alto nel cielo, anzi iniziava a calare rapidamente; il sentiero che portava al lago non era dei migliori, fortunatamente avevo indossato scarpe basse e non ebbi grossi problemi. Scherzammo, ma non una parola fu detta a riguardo degli ospiti del castello, né in positivo né in negativo, dedussi da ciò che Manfredi fosse una persona molto discreta e ciò mi piacque.

Ci sedemmo sulla riva del lago sopra a un masso, Ginevra si sdraiò al mio fianco e mi pose il muso in grembo. Stava rinfrescando e posi le mie mani sotto al suo caldo muso e lei che mi guardò con occhi adoranti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...