Chi si nasconde nella macchina impazzita?

Seguirono la carrareccia per qualche chilometro poi s’immisero nella strada Mesules, la via che attraversa tutti i paesi della Val Gardena; come sempre c’era traffico, uscirono da Selva molto lentamente e, quando finalmente raggiunsero la frazione di Plan, le auto già procedevano spedite.

Iniziarono a salire, solo le tracce recenti dei pneumatici definivano la via da percorrere, era chiaro che non avevano ancora pulito la strada. Qualche macchina poco attrezzata scivolava e slittava, ma non l’auto di Manfredi che con i pneumatici da neve e le catene si arrampicava senza problemi; il fluttuare vorticoso della neve a un metro da terra annunciò il giungere di uno spazzaneve, che incrociarono mentre affrontavano la ripida strada che li avrebbe portati a destinazione.

Stavano affrontando l’ultima salita, s’intravvedevano i primi hotel, quando furono superati da un’auto che zigzagava da una parte all’altra della strada.

“Manfredi …!” urlò Giulia.

“Ma guarda che cretino!” esclamò lui.

Pareva impossibile che l’auto riuscisse a salire, sembrava ballare da destra a sinistra; quando scivolò indietro Manfredi, per evitarla, si dovette spostare pericolosamente sul ciglio della strada che non aveva una ringhiera di protezione. L’autista parve riprendere il controllo del mezzo, ma con una brusca manovra si diresse verso di loro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...