Ah, l’amore, che eccezionale medicina per l’anima!

Care amiche e cari amici, i due protagonisti del libro d’amore “in giallo” che sto scrivendo provano il grande sentimento che è l’amore.

“Quella mattina avevo ancora diciassette anni e la vita mi aveva offerto la risposta all’esistere: Manfredi era con me e insieme avremmo eretto dighe impossibili, distrutto barricate e volato sul mondo infischiandocene dei laccioli imposti dalla comunità.Io gli tenevo la mano, lui mi guardava, mi sorrideva, e mi stringeva a sé; le nostre labbra s’incontravano e sapevano di ghiaccio, mentre il nostro cuore ardeva e fondeva i pensieri in un unico liquido primordiale”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...