Una sala sfarzosa

“Ci siamo!” disse a bassa voce Prisca Silvia intimando il silenzio.

Nella parete cercarono e trovarono piccoli interstizi e poterono scrutare la sala: era gremita e densa di agitazione, le dame parlottavano tra di loro nascondendosi con i ventagli e i cavalieri concitati passavano da un gruppetto a un altro, senza tregua.

Lord Pongo rimase stupefatto dallo sfarzo della sala, molto ampia e illuminata da quattro grandi finestre, e dalla sontuosità di alcune grandi sculture; nel soffitto di legno dorato, completamente intarsiato, spiccavano i dipinti dei grandi del regno; di fronte a lui stava il trono, sormontato da un e fregio e attorniato da una doppia fila di scranni, in quel momento vuoti.

Proprio in quel momento da una porta, che doveva essere l’accesso principale alla sala, entrò un ciambellano che con voce tonante annunciò:

“Malva Silvestris e il suo seguito”

 

 

Un pensiero riguardo “Una sala sfarzosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...