Una ben strana coppia

“Che fai messer gatto?” chiese Maya a Pongo.

“Mia signora, mi sto affilando le unghie, non si sa mai che le debba usare per difenderti”

“Come sei romantico! Difendere me, dici?”

“Sei l’unica splendida signora che io vedo qui, Maya Volpina Nocciola!”

In quel mentre Prisca Silvia si girò e lo squadrò con occhiacci malevoli, poi le partì una sgangherata risata.

“Uhm, escluse le altre presenti” si cautelò Pongo.

“Gattaccio, le frasi mielose mi danno il voltastomaco, e se non la pianti subito ti trasformo in un piccolo sudicio ratto, così piccolo che potrei divorarti in un boccone”

Lord Pongo annuì, inghiottendo saliva: ogni qual volta c’era quella stregaccia lui rischiava di essere mangiato. Era turbato, ma incontrando lo sguardo di Maya il suo cuore si riempì di dolce zucchero, non aveva mai conosciuto una quasi-simile di così belle fattezze.

La grossa testa nera ondeggiò un pochino e le enormi zampe maculate lo sfiorarono appena facendogli venire un capogiro. Mai gli era stato fatto un inchino con tanta grazia!

Al generale Dako non era sfuggito nulla. Il suo amico si stava proprio innamorando, e di chi, poi? Di un cane! Non di un magnifico animale, noo, ma di una bestia dal corpo tarchiato, con una testa enorme e zampe simili a piloni; unica cosa carina era la coda molto folta, dalla punta bianca che si arricciava su se stessa … ”

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...