Le meraviglie di Feles Mundi

“…Si trovarono all’interno di una corte scarsamente illuminata; la luce proveniva dal portico di un basso caseggiato, in cui dondolavano strani oggetti appesi che emettevano un lieve cigolio.

Julia si rivolse al gruppo dicendo di aspettarla, poi entrò nell’edificio sparendovi per qualche minuto e qualcosa fece, perché il porticato si illuminò di una forte luce biancastra; gli oggetti, che sembravano bidoni aspiratutto simili ad api, s’illuminarono a loro volta alzandosi di circa un metro da terra…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...